mercoledì 15 giugno 2016

Festa della SS. Vergine Consolata



La Serva di Dio Suor Leonella Sgorbati contempla con amore la SS. Vergine Consolata e si sente figlia sua e così lo partecipa alle Sorelle.

Circolare N° 10 del 20 giugno 1995
Carissime Sorelle,
con profonda gioia vengo a ciascuna di voi in questa festa tanto cara della "nostra Madonna", come soleva chiamarla il nostro Beato Fondatore, per porgere insieme al Consiglio il mio augurio più fervido.
Prego perché ciascuna di noi sperimenti in modo profondo e personale la Consolazione - l'Amore incondizionato del Padre, la sua Parola - che Maria, la Vergine Consolata, genera per noi nell'energia d'amore dello Spirito.
Mettiamoci dinanzi a Maria Consolata, nostra Madre, che ci genera oggi, consapevoli che se veramente siamo sue figlie, scopre nella nostra carne  nella nostra linfa la sua stessa vita.. Lasciamoci generare all'Amore da Lei che genera oggi    continuamente il Figlio per l’umanità     
Lasciamoci generare - "figlie nel Figlio"- noi che abbiamo per missione specifica di annunciare l'Amore Incondizionato del Padre, come Gesù, il Figlio che è in noi e nel quale siamo...
Lasciamoci generare da Maria Consolata, noi che siamo state chiamate ad essere "Corredentrici" (Conf. S), come Lei e a generare a nostra volta i figli nella Fecondità e Fedeltà dello Spirito Santo.
Suor Leonella

mercoledì 1 giugno 2016

Mese di Giugno, mese della Consolata


La Serva di Dio, Suor Leonella Sgorbati, aveva un rapporto intenso 
con la SS. Vergine Consolata. Viveva da vera figlia e godeva delle sue prerogative. 
Si preparava alla sua festa, il 20 giugno, con intensità e grande amore. 


 Video realizzato da suor Angeles Mantineo

Diario 2: 16 febbraio 2006

La Consolata, donna dell’accoglienza

La Consolata è donna dell’accoglienza…DIMORA SPAZIO di salvezza.
Dimora della Consolazione…  Sposa che costruisce la casa… con la quale si sta bene…
Il Fondatore quando contemplava Maria sotto quest’aspetto  contemplava “ la donna dell’ascolto…” che comprende… che va… al di là dell’apparenza…del limite…che NON LASCIA FUORI NESSUNO…
LA CONSOLATA TI ACCOGLIE dentro a questo sguardo che ti capisce…
Maria è l’accoglienza della Persona Questa relazione materna – strada maestra via regale della Consolazione. Una donna Profonda.
Il Fondatore guardando la consolata vedeva noi… questa finezza questa attenzione, questo rispetto.
Queste sono le caratteristiche che noi dovremmo avere. Maria sposa è Madre, Donna dell’accoglienza. Nessuno si sente a disagio con la Consolata.
Lei prima di Tutto è spazio di accoglienza del FIGLIO e nel Figlio è spazio di accoglienza per Tutte noi. “Gesù Lui è spazio di accoglienza di noi, ma anche noi siamo spazio di accoglienza di Lui… Dimora. Questo è qualche cosa di …! oggi io sono chiamata a essere la “dimora della consolazione”
Questa persona concreta che le persone possano incontrare per essere consolata.

Vedi Marco 14:13 “mandò due discepoli “IL MAESTRO DICE «DOV’E’ LA MIA DIMORA (Stanza)» dove io possa celebrare la Pasqua… (Dov’è il mio spazio, dimora concreta, dove la gente possa sperimentare la Consolazione. E’ INUTILE CHE NOI PARLIAMO dell’amore incondizionato se non possono fare esperienza attraverso di noi !
Questa è la nostra spiritualità Mariana attraverso la Consolata.
Suor Leonella